+39 0776 21058 | CUP +39 077621058 info@villaserenacassino.it
EnglishItalian

I trigliceridi alti sono pericolosi?

I trigliceridi sono la categoria di lipidi maggiormente presente nel nostro sangue. Costituiscono infatti circa il 90% dei grassi totali presenti nel nostro organismo.

I trigliceridi alti sono pericolosi?
La quota di trigliceridi presente nel sangue (trigliceridemia) è normalmente compresa tra valori di 50 e 150/200 mg/dl.
Valori superiori (iper-) a questo intervallo sono da considerare negativi per lo stato di salute. Il legame tra ipertrigliceridemia e problematiche cardiovascolari (angina, aterosclerosi, infarto miocardico, trombosi ed embolia, ictus) è meno evidente rispetto a quello dell’ipercolesterolemia, ma non è sa sottovalutare.
L’analisi dei trigliceridi ematici viene solitamente effettuata in associazione a quella del colesterolo totale, di quello “cattivo” (LDL) e di quello buono “HDL” proprio per valutare il fattore di rischio cardiovascolare e prende il nome di profilo lipidico ematico:
È frequente che, ai trigliceridi alti, si associno gli altri elementi tipici della dislipidemia – come appunto il colesterolo totale e colesterolo LDL superiori alla norma. Questo perché tra le cause e i fattori predisponenti di ipertrigliceridemia si evidenziano: obesità, dieta ipercalorica e iperglucidica, diabete mellito tipo 2, sedentarietà e alcolismo – ad eccezione dell’ultimo, tutti elementi che partecipano allo scompenso metabolico generale.

Author Info

Web Marketing Neuromed