+39 0776 21058 | CUP +39 077621058 info@villaserenacassino.it
EnglishItalian

Valuta lo stato della tua tiroide

L’ecografia è la metodica di primo livello più diffusa per studiare la morfologia e l’estensione della ghiandola tiroide.

L’ecografia si basa sull’uso di un macchinario che trasmette ultrasuoni (onde meccaniche) attraverso una sonda alla regione anteriore del collo per definirne la struttura e la morfologia degli organi. Non si utilizzano radiazioni. Pertanto chiunque può sottoporsi ad ecografia (adulti, bambini, donne in gravidanza).

Per l’ecografia tiroidea/paratiroidea, il paziente viene posto in posizione supina, a capo iperesteso. Non è necessaria alcuna preparazione. L’indagine dura circa 10-20 minuti. E’un esame non invasivo e indolore.

L’ecografia tiroidea è necessaria per valutare le dimensioni della tiroide (normale, aumentata, ridotto), la struttura (omogenea o disomogenea), la presenza di noduli, in particolare quelli non riscontrabili alla palpazione. L’immagine è fornita su un monitor in scala di grigi.

Pertanto è l’esame base per l’inquadramento diagnostico nelle malattie quali gozzo (diffuso o nodulare) e tiroiditi (tiroidite di Hashimoto, morbo di Basedow, tiroidite subacuta).

Nel caso in cui sia presente un nodulo tiroideo, l’ecografia è la indagine strumentale di primo livello per l’inquadramento e il follow up dei noduli. Grazie all’ecografia è possibile valutare la sede dei noduli, le dimensioni con eventuali modifiche di volume nel tempo (accrescimento o riduzioni), la struttura del nodulo (solido o liquido), le caratteristiche ecografiche (ecogenicità, margini, presenza di alone di sicurezza, calcificazioni), i rapporti con gli organi vicini (in particolare trachea e vasi del collo).

Eseguendo l’ecografia tiroidea, l’operatore valuta anche lo stato dei linfonodi (con quadro infiammatorio o con caratteristiche di sospetto) o la presenza di paratiroidi ingrandite.

Author Info

Web Marketing Neuromed